Gero Grassi eletto nella Direzione Nazionale PD
venerd́, 20 giugno 2008

 Venerdi 20 giugno l’on. Gero Grassi, Vicepresidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, è stato eletto a far parte della Direzione Nazionale del Partito Democratico durante l’Assemblea Nazionale su indicazione del Segretario Nazionale Valter Veltroni.
La Direzione Nazionale, composta da 120 persone, praticamente tutti i vertici del Partito, gestirà la costruzione del nuovo soggetto politico con l’avvio del tesseramento, l’approvazione degli Statuti Regionali, le elezioni amministrative ed europee del 2009.
A fine 2009 si eleggeranno democraticamente gli Organismi comunali, provinciali e regionali sulla base del tesseramento effettuato.
Se da un lato continua la precarietà del Partito, dall’altro lo stesso si avvia pian piano verso la normalizzazione attraverso un processo che deve necessariamente comprendere tutti ed esaltare le diversità esistenti.
L’ambizione è quella di costruire insieme, non il partito del Principe, ma quello della gente. Per far questo servono regole certe e attenzione totale alla società in movimento. Il Partito Democratico si costruisce recependo le istanze sociali attraverso una politica che dia le risposte ai bisogni delle città anticipando soluzioni.
Il Partito Democratico non può essere solo il partito delle gestione ordinaria. Deve far sognare, aprire speranze, costruire il futuro. A tal fine non si può perpetuare né ordinaria amministrazione nella gestione degli Enti Locali, né tantomeno assumere atteggiamenti incomprensibili dall’elettorato che si risolvono in una continua discussione interna e totalmente sterile.
Nella Direzione Nazionale con l’on. Gero Grassi, indicato per “Quarta Fase” che fa riferimento a livello nazionale agli onorevoli Beppe Fioroni e Dario Franceschini, eletti per la Puglia anche l’on. Michele Bordo, Giusy Servodio, Margherita Mastromauro e Franco Ognissanti. Di diritto l’on. Massimo D’Alema e il sen. Nicola Latorre.
L’on. Gero Grassi, appena eletto, ha dichiarato che questo ulteriore importante riconoscimento verso la Puglia e la sua persona da un lato lo gratifica di tanti sacrifici, dall’altro lo induce a moltiplicare gli sforzi per la realizzazione di un progetto ambizioso quale quello di costruire un Partito che sia la sintesi di tante aspettative e l’esaltazione di tante diversità. Analogamente bisognerà realizzare una politica che intorno ad un programma certo, definito e chiaro metta insieme i diversi protagonisti del Centrosinistra per il rilancio dell’economia, dell’occupazione, della cultura e dell’Italia intera”

Roma, 20 giugno 2008