Comunicati Stampa


Buon 25 Aprile! PDF Stampa
martedì, 25 aprile 2017

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Sul 25 aprile si sono scritti trattati, pensieri, frasi, poesie, ciò che rimane è la conquista dell’uomo della sua libertà spinto, più che mai a ribellarsi a ideali in cui non credeva, ad una soppressione anacronistica. Dovremmo tutti imparare dalla storia, per trovare la forza di dire 'no' e lottare per la libertà". (Stephen Littleword)

 
VITA - Messaggio n. 8 delle BR - 25 aprile 1978 PDF Stampa
martedì, 25 aprile 2017


 
Terlizzi: 22 Aprile 2017 - Cerimonia per la consegna della medaglia a Domenico Oreste PDF Stampa
lunedì, 24 aprile 2017

 

 
NORME IN MATERIA DI CONSENSO INFORMATO E DI DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO PDF Stampa
venerdì, 21 aprile 2017

 
Questo provvedimento, atteso da diversi anni, affronta due questioni di grande rilevanza: il tema del consenso informato ai trattamenti sanitari e del modo in cui può essere espresso e revocato, e quello delle disposizioni anticipate di trattamento, le cosiddette DAT, con le quali il dichiarante esprime i propri orientamenti sul “fine vita”, nell’ipotesi in cui in futuro sopravvenga una sua perdita irreversibile della capacità di intendere e di volere.  Si tratta di una legge, come ha sottolineato la relatrice Donata Lenzi (PD), che rientra in una visione “mite” del diritto. È cioè una legge “di principi” e non contiene un’elencazione puntuale di situazioni, cosa peraltro non realizzabile, considerando tutte le fattispecie possibili.  Il principio da cui è partire è quello stabilito dall’articolo 32 della Costituzione, e cioè che “nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge”.  Il provvedimento, che alla sua base ha innanzitutto la relazione tra medico e paziente, non si riferisce solo alle ipotesi di fine vita, ma a tutti i casi in cui si è sottoposti ad un esame o ad una terapia o ad un intervento chirurgico. In tali ambiti, l’intento è quello di dare finalmente certezza all’azione di medici e operatori sanitari, facendo tesoro delle migliori prassi messe in atto in questi anni, nonostante il vuoto legislativo in cui essi sono stati costretti a muoversi....
Per leggere il testo clicca qui 

 
DECRETO IMMIGRAZIONE (DL 13/2017) PDF Stampa
mercoledì, 19 aprile 2017

 La Camera ha convertito in legge il decreto-legge n. 13 del 2017, recante «Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e di contrasto della immigrazione illegale», un provvedimento che, al fine di rispondere all'eccezionale afflusso di migranti e al significativo aumento di richieste di protezione internazionale, registratosi negli anni 201320161, prevede misure incisive per definire con tempi rapidi e procedure efficaci, nel pieno rispetto dei diritti e delle garanzie costituzionali, chi ha diritto di restare e chi deve essere rimpatriato. Rispetto ai tempi medi di esame di circa due anni, le norme approvate permetteranno di valutare rapidamente la domanda di protezione internazionale, superando le attese legate alle lentezze procedurali e, al contempo, offrendo anche l'opportunità di un impegno, su base volontaria, a favore della comunità da cui si è ospitati. Ciò avverrà mediante l’istituzione di sezioni specializzate in materia di migrazione, protezione internazionale, libera circolazione dei cittadini dell'Unione europea nelle quali i magistrati, dotati di specifiche competenze e ai quali verrà assicurata una formazione continua dedicata, potranno rispondere all'esigenza di assicurare una maggiore celerità ai ricorsi giurisdizionali. Con la medesima finalità, viene modificato anche il rito processuale applicabile a questo tipo di controversie. È vero che viene eliminato un grado di giudizio, ma si consente, contestualmente, la massima emersione della storia personale di chi si trova nella drammatica situazione di dovere richiedere la protezione internazionale. Quanto all’aspetto legato al contrasto all’immigrazione illegale sono introdotte norme per accelerare le procedure di identificazione e di definizione della posizione giuridica di cittadini extra UE, nonché misure di contrasto dei trafficanti di uomini e dell’immigrazione illegale. Viene inoltre potenziata la rete delle strutture di accoglienza, da una parte, e accoglienza e rimpatri, dall’altra con nuovi a maggiori investimenti sia in termini di risorse economiche, sia in termini di nuove e qualificate assunzioni di personale. Non si avranno più pochi ed enormi centri di accoglienza, ma strutture di piccole e medie dimensioni, presenti su tutto il territorio nazionale, in luoghi individuati dopo avere sentito i Presidenti di Regione, dove il rispetto per la dignità della persona non sarà una condizione eventuale e dove i tempi del trattenimento massimo saranno assolutamente definiti. 
Per leggere il testo clicca qui 

 
VIESTE: 8 aprile 2017. Caso Moro, conferimento di un premio a Gero Grassi PDF Stampa
lunedì, 10 aprile 2017

 
IL DECRETO-LEGGE VOUCHER E APPALTI PDF Stampa
venerdì, 07 aprile 2017

 Le disposizioni contenute nel decreto-legge 17 marzo 2017, n. 25, composto di soli tre articoli, sopprimono l’istituto del cosiddetto voucher dall’ordinamento giuridico al fine di contrastare il ricorso a pratiche elusive e favorire l'affermazione di forme di lavoro più stabile. Una deformazione dell'originale finalità dell'istituto, prevista dal decreto legislativo n. 276 del 2003 ha portato a un abuso quantificabile, in base ai dati INPS, in oltre 130 milioni di voucher venduti nel 2016 (ossia il doppio di quelli venduti nel 2014), a fronte di prestazioni di più di un milione e mezzo di lavoratori. Mentre con riferimento alla disciplina in materia di appalti di opere e servizi, si ripristina integralmente la responsabilità solidale del committente con l'appaltatore nonché con ciascuno degli eventuali subappaltatori, per garantire una miglior tutela in favore dei lavoratori in essi impiegati. Le norme realizzano un effetto abrogativo analogo a quello che discenderebbe dall'abrogazione referendaria, con l'unica differenza di prevedere anche una disciplina transitoria sull'utilizzabilità dei voucher richiesti entro l'entrata in vigore del decreto stesso...
Per leggere il testo clicca qui  

 
 
Istat: positivo andamento economia Italia, più profitti e investimenti PDF Stampa
mercoledì, 05 aprile 2017

 In Italia l'andamento dell'attivita' economica risulta positivo, in un contesto di aumento della profittabilita' delle imprese e di intensificazione dell'attivita' di investimento. E' il quadro sintetizzato dall'Istat nella nota mensile di marzo sull'andamento dell'economia italiana. I consumi delle famiglie sono in moderato aumento, sostenuti da una riduzione consistente della propensione al risparmio. La ripresa dei prezzi si mantiene circoscritta. Migliora la fiducia dei consumatori e delle imprese e l'indicatore anticipatore segnala il proseguimento dell'attuale ritmo di crescita dell'attivita' economica, segnala l'istituto. Relativamente al quadro internazionale, l'Istat indica che prospettive dell'economia statunitense e dell'area euro rimangono positive in presenza di una stabilita' degli scambi internazionali. L'Istat ricorda che a gennaio, l'indice della produzione industriale ha registrato una contrazione (-2,3% rispetto a dicembre), mantenendo tuttavia una variazione positiva nella media del trimestre novembre-gennaio (+0,5% rispetto al trimestre precedente)...
Per leggere il testo clicca sul link

www.ilvelino.it/it/article/2017/04/05/istat-positivo-andamento-economia-italia-piu-profitti-e-investimenti/3f24a121-3804-4a8d-9d4b-e489df40d714/

 
ANSA - Istat: tasso di disoccupazione a febbraio scende all'11,5% PDF Stampa
lunedì, 03 aprile 2017


Il tasso di disoccupazione è sceso a febbraio all'11,5%, in calo di 0,3 punti percentuali rispetto a gennaio e di 0,2 punti rispetto a febbraio 2016. Lo rileva l'Istat (dati provvisori). A febbraio si registra un aumento del tasso di inattività di 0,1 punti su gennaio (+51.000 inattivi) mentre su febbraio 2016 si segnala un calo dell'inattività di 0,8 punti (-380.000 inattivi sull'anno). I disoccupati a febbraio scendono sotto quota tre milioni a 2.984.000 unità, in calo di 83.000 unità su gennaio e di 18.000 unità su febbraio 2016.
Per leggere l'articolo clicca sul link

www.ansa.it/sito/notizie/economia/2017/04/03/istat-tasso-di-disoccupazione-a-febbraio-scende-all115_ee43ec68-3535-412d-9912-fa4daf5970bd.html

 
CANDIDABILITÀ, ELEGGIBILITÀ E RICOLLOCAMENTO DEI MAGISTRATI PDF Stampa
venerdì, 31 marzo 2017

La Camera dei deputati ha approvato, in prima lettura, la proposta di legge, già votata dal Senato “Disposizioni in materia di candidabilità, eleggibilità e ricollocamento dei magistrati in occasione di elezioni politiche e amministrative nonché di assunzione di incarichi di governo nazionale e negli enti territoriali”. Si tratta di un provvedimento importante che attiene alla funzione della magistratura, ai principi costituzionali di indipendenza, autonomia e divisione dei poteri e al rapporto tra questi principi e il diritto all'elettorato passivo. Rispettando l'impianto già votato dal Senato, la Camera ha modificato il testo, tenendo insieme, nel giusto equilibrio, la possibilità di svolgere un ruolo di servizio istituzionale senza fare venir meno, sia nella fase della candidabilità e dell'eventuale elezione e sia nel successivo ricollocamento – successivo al mandato – questi principi e quel ruolo e quella percezione di terzietà che una funzione come quella di magistrato deve intrinsecamente portare con sé. Il testo approvato riesce quindi a tenere unite tre esigenze fondamentali: rispettare l'autonomia tra i diversi poteri dello Stato; impedire che venga compresso il diritto costituzionale all'elettorato passivo per una categoria di persone, i magistrati, che invece hanno tutto il diritto di decidere di servire il Paese in modalità diverse da quelle giurisdizionali; e, infine, impedire che la temporanea militanza politica e istituzionale costituisca uno strumento che possa essere utilizzato in maniera impropria per chi volesse decidere di sovrapporre il proprio ruolo giurisdizionale con quello politicoamministrativo, con le ovvie e non positive conseguenze che da ciò ne deriverebbero...
Per leggere il testo clicca qui

 
<< Inizio < Prec 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 2022

Articoli correlati

Presentazione del libro

"Aldo Moro e la Puglia – Atti del Convegno 24 settembre 2016"

di Gero Grassi

Leggi tutto

"La verità è sempre illuminante e ci aiuta ad essere coraggiosi"

di Gero Grassi

Leggi tutto

Presentazione dello studio

Aldo Moro:
Il Partito Demo-
cratico vuole la
verità

Terza edizione
Ottobre 2015

Leggi tutto

Rapimento ed omicidio di Aldo Moro

01 Atti
Atti ufficiali dell'omicidio dei cinque uomini della scorta e del rapimento ed omicidio di Moro

02 Rassegna Stampa
In ordine crescente, tutti i giornali dal 16 Marzo 1978 ad oggi ed alcuni precedenti

03 Documentazione
Atti diversi, lettere, documenti, lettere dei brigatisti

04 Galleria fotografica
Foto dell' on. Aldo Moro, della sen. Maria Fida Moro

05 Contributi audio e video
Interventi dell'on. Aldo Moro, della sen. Maria Fida Moro, di Luca Moro e servizi televisivi

06 Bibliografia
Libri di Aldo Moro e su Aldo Moro

07 Manifestazioni dell'On. Gero Grassi "Chi e perchè ha ucciso Aldo Moro"
Tutti gli eventi dal gennaio 2014 ad oggi

08 Galleria fotografica
Foto dell'on. Gero Grassi: manifestazioni "Chi e perchè ha ucciso Aldo Moro"

09 Contributi audio e video
Interventi dell'on. Gero Grassi

10 Pubblicazioni
Alcuni libri su Aldo Moro curati da Gero Grassi

mod_vvisit_counterCi hanno visitato in:1243209